Acquisto di un’auto sta diventando un processo sempre più razionale, perché oltre alle considerazioni sul tipo di auto, entrano nell’analisi i calcoli relativi ai consumi, ai costi di manutenzione, alle emissioni inquinanti e molti altri aspetti.

L’alternative all’acquisto di un’auto, è il noleggio a lungo termine, una formula che le aziende utilizzano da anni per le proprie flotte, ma che da qualche tempo inizia ad essere presa in considerazione anche da privati e liberi professionisti.

Abbiamo analizzato i costi e benefici del noleggio a lungo termine, rispetto all’acquisto di una macchina nuova.

Ecco alcuni suggerimenti:

Il noleggio a lungo termine è una formula di abbonamento mensile che permette di utilizzare un’auto senza acquistarla e senza spendere soldi per la sua manutenzione.

Prevede la stipula di un contratto che solitamente va da un minimo 2 anni fino a un massimo di 5, con canone che varia a seconda dei chilometri che si prevedono di effettuare, della tipologia di macchina (utilitaria, berlina, ammiraglia) e ovviamente della casa produttrice.

I servizi compresi nel noleggio vengono pattuiti prima della firma: in linea generale, l’unica spesa che si dovrà sostenere fuori canone è quella del carburante.

Noleggio a lungo termine o noleggio a breve termine?

Una sostanziale differenza va fatta tra noleggio a lungo termine e noleggio a breve termine. Il noleggio a lungo termine prevede un contratto stipulato con l’operatore che va dai 24 ai 60 mesi, con rate mensili fisse, come abbiamo già detto.

Il noleggio a breve termine, invece, riguarda tutti quei casi in cui l’auto viene noleggiata temporaneamente, da un giorno fino anche a sei mesi.

Il noleggio a breve termine prevede tariffe che variano in base al periodo, e sono più basse quanto più si allunga il periodo di noleggio. Uno dei vantaggi di questa formula è che l’auto può essere riconsegnata anche in sedi diverse della stessa compagnia di noleggio.

Questa formula è una soluzione molto utilizzata da privati ed aziende che necessitano di un’auto per spostamenti brevi (da uno a più giorni), per sostituire veicoli in assistenza, o per specifiche esigenze aziendali (dotare di auto un collaboratore temporaneo, ad esempio). Il noleggio a breve comprende l’assicurazione contro furti e sinistri e altri benefici accessori.

Quali servizi comprende il noleggio a lungo termine?

Nel noleggio a lungo termine sono compresi:

  • La garanzia assicurativa RCA;
  • La gestione del sinistro: dall’assistenza stradale post-incidente, all’auto sostitutiva durante il periodo di riparazione;
  • La manutenzione ordinaria e straordinaria: i tagliandi prestabiliti (di solito ogni 20.000 km) e i guasti improvvisi. Sono gli stessi operatori a contattare e prenotare i tagliandi presso le officine convenzionate;
  • La sostituzione pneumatici estivi o invernali da stabilire preventivamente, comprensiva di servizi come equilibratura e convergenza.
  • Soccorso e assistenza stradale
  • Tassa di proprietà

Quanto ci costa? Facciamo due conti

Stimiamo come base una Golf 1.6 TDI, che di listino costa 20.600 €, senza sconti del concessionario né permute. Consideriamo come periodo di noleggio 3 anni, e una percorrenza di circa 20000 km. annui.

  • Assicurazione auto: circa 700€
  • Bollo annuo 200€
  • Manutenzione: tagliandi ogni 20000, quindi consideriamone 3: circa  250 € cadauno
  • Pneumatici estivi e invernali + spese di equilibratura e convergenza, per un totale di 60000 km: circa 700€

Totale della spesa con acquisto del nuovo:  24.750 €

La stessa auto noleggiata per 36 mesi costa di media 400€ al mese, più anticipo di 3000 €. L’anticipo è una cifra, che a differenza del deposito, non verrà rimborsata a fine noleggio, quindi è da considerare come spesa viva a tutti gli effetti.

Totale della spesa con noleggio a lungo termine: 17.400 €

Altre variabili da considerare nel noleggio a lungo termine

A questo calcolo vanno aggiunte alcune considerazioni:

Auto in permuta. Al momento dell’acquisto potremmo avere una nostra auto da dare in permuta, quindi la spesa sostenuta sul nuovo sarebbe più bassa. Ricordiamo che se decidessimo di avviare per sempre una formula di noleggio, potremmo vendere la nostra vecchia auto ad un privato, oppure in contanti – ma molto svalutata – a una concessionaria che acquista senza vendita di nuovo.

Sconto della concessionaria. Al momento dell’acquisto del nuovo, ci potrebbero essere sconti ed incentivi della casa che abbassano il prezzo da noi stimato, che è quello ufficiale di listino.

Valore dell’usato. Consideriamo che il deprezzamento di un’auto è circa 20% istantaneo, al momento dell’acquisto, più circa 800€ annue (per una Golf). In pratica il valore della nostra auto dopo 3 anni sarà di circa 14.000 €. Se andassimo ad acquistare un‘altra auto, avremmo questo valore – forse ancora più basso perché la concessionaria dovrà marginarci – che in caso di termine del noleggio non avremmo.

Acquisto a km 0. Nel calcolo non abbiamo nemmeno considerato la possibilità di acquistare una Golf a chilometri zero, con cui si andrebbe a scendere almeno di 3-4.000 €, rendendo il noleggio ancora meno conveniente.

Il noleggio per i liberi professionisti

Quando si parla di PMI o liberi professionisti, entra in gioco l’aspetto della determinazione delle imposte, regolata dagli articoli 164 e 19-bis 1 del TUIR, il Testo Unico delle Imposte sui Redditi.

Per un titolare di partita IVA, il noleggio a lungo termine è deducibile per il 20% del costo sostenuto nel periodo di imposta. Il limite annuo massimo deducibile è di 3.615,20 € per le auto, ed è riferito al solo canone di noleggio al netto dei costi per le prestazioni accessorie, a condizione che tutti questi importi siano distinti nel contratto e nelle fatture.

Per le società che concedono l’auto in uso promiscuo ai dipendenti, la deduzione dei costi è pari al 70%.  Per i veicoli usati da agenti e rappresentanti di commercio si arriva all’80%.

Quindi, al calcolo fatto in precedenza, si può aggiungere la relativa cifra di deducibilità annua che varia a seconda della professione svolta. Risparmio che in alcuni casi potrebbe fare la differenza.

In quali casi conviene il noleggio a lungo termine?

Tutto dipende da quanto prevediamo di tenere la nostra auto, e anche da quanti chilometri dobbiamo farci.

Quello che è certo è che, da privati cittadini, se l’intenzione è di tenere l’auto per minimo 7-8 anni il noleggio non conviene mai: i costi saranno ammortizzati nel tempo. Come a dire: il vero risparmio lo avrete solo tenendo più a lungo possibile la vostra vecchia auto, magari con un impianto a metano.

Può essere un’alternativa se siamo disposti a spendere un po’ di più sapendo che non dovremmo far fronte a nessuna spesa imprevista. È anche una buona scelta se abbiamo bisogno di un’auto soltanto per un periodo limitato di tempo: invece di acquistarla, potremmo semplicemente noleggiarla.

E’ una buona opportunità per i professionisti che possono godere dei vantaggi fiscali, se utilizzano l’auto prevalentemente per motivi di lavoro.

In conclusione…

Concludendo le nostre considerazioni ricordiamo che…

Un’auto di proprietà ha un valore di permuta, che seppur scenda drasticamente nel tempo, va considerato nel momento in cui si andrà a sostituire l’auto con un’altra, oppure a venderla senza acquisto. L’auto noleggiata non è di proprietà, pertanto non lascia alcun valore in mano.

Il noleggio solleva il cliente da tutta la gestione legata all’auto: l’acquisto, l’immatricolazione, la messa su strada, la tassa di proprietà, l’assicurazione…in altre parole, quello che si paga è anche il tempo e lo “sbattimento” per fare tutte le pratiche in autonomia.

Col noleggio evitiamo i rischi connessi ai guasti improvvisi: cambi delle valvole, rotture del motore, ed altri problemi simili possono essere un salasso se l’auto è di proprietà.

A voi la scelta…

trovato in rete-  http://www.6sicuro.it/